Nuovi canali di comunicazione: m.mobile

Nuovi canali di comunicazione: m.mobile

Dopo il nome a dominio tocca il sito web.

I primi sito web erano sviluppati in html, e per realizzare era necessario essere in possesso di competenze tecniche. L’evoluzione tecnologica sembra che abbia cercato di scavalcare i professionisti del settore. Quanto meno in apparenza. In quanto realizzare un sito web, attraverso i sistemi digitali wysiwyg.

I modelli di Content management system

Sono diversi e ognuno nasce con delle finalità diverse. In questo contributo tratteremo solo tre dei tanti sistemi.

Magento, nasce come ottimo cms per la gestione di e-commerce. Un sistema molto completo in tutte le sue parti, da usare con molta cautela per chi non è pratico.

Joomla!, è un ottimo cms, con una Comunity di sviluppatori molto ampio. Secondo il nostro pare è per gli utenti che cercano componenti avanzate e devono realizzare siti personalizzati.

WordPress, è il cms più utilizzato in italia, ha auto un espansione soprattuto nell’ultimo decennio. Facile da utilizzare e molto intuitivo. Molti sviluppatori si stanno contribuendo allo sviluppo del sistema. Facile da implementare. Oggi grazie a nuovi sviluppatori le pagine possono essere personalizzate sempre di più, senza la necessita di un programmatore.

Modelli responsive e m.mobile

Si intende il sito web adattabile a tutti i Device. Che sono cellulare, tablet e desktop.

Per chi già conosce i siti realizzati con il sistema CMS, sa che questi si adattano a tutti gli schermi. Quasi fossero delle fisarmoniche.

I motori di ricerca gradiscono e premiano molto i siti web che si adattano perfettamente ai diversi schermi.

Mentre m.mobile, è la nuova estensione dei siti web, realizzati totalmente in programmazione. A differenza dei CMS che non fanno altro che adattare il sito web dal desktop al cellulare, in tutta la sua forma, creando un biscione. m.mobile è un nuovo sito web, sviluppato solo ed esclusivamente per i cellulari e tablet.

Per tanto un sito m.mobile non è detto che sia il lo specchio del sito web. Ovviamente le performance sono molto più elevate. L’impresa che se ne dota, potrà fare delle scelte nel privilegiare alcuni contenuti a discapito di altri. Tecnologicamente è molto più all’avanguardia. E molto gradito agli utenti.

http e https

Detti protocollo di trasferimento di un ipertesto. Anni fa si utilizzavano sempre gli http. Oggi i motori di ricerca premiamo https e penalizzano gli http.

Spesso i browser non mostrano i siti web in http.

Per tanto ricordatevi di adoperare sempre https.

Logo

Quando il vostro grafico di fiducia vi ha realizzato il logo, non dimenticate di farti progettare anche il logo per il sito web, senza sfondo e anche per la versione mobile.

In molti siti web  il logo non si vede molto bene, ma è una componente fondamentale del marketing.

Nelle versioni mobili, il logo è così minuscolo che si fa fatica a capire di cosa si tratta.

E’ umanamente comprensive che ogni imprenditore non voglia ritoccare il logo. Ma è necessario adeguarsi al cambiamento.

Menu

Per i siti web che ancora hanno il menù e non sono tutto in una pagina, consigliamo di non usare le classiche tre linee. Ma di inserire il menù tutto per esteso. Se possibile scrivere il menù tutto in italiano. Si scorge spesso navigando alcuni siti web, che riportano menù scritti metà in italiano e metà in inglese. Un esempio contacts! Perché scriverlo in inglese, va inserito in lingua corrente, per coerenza e ordine.

Corpo

All’interno del corpo possiamo trovare le slider, alle quali bisogna fare molta attenzione. Una slider adattato per il desktop, risulterà inappropriato per il mobile.

Curate molto bene i contenuti, per evitare che non si leggano bene. Evitate gli sfondi neri, perché poco leggibili sopratutto nelle versioni mobile.

Contatti

Devono essere sempre presenti. Sia nella parte bassa che in una pagina dedicata.

Nella pagina dedicata inserite anche l’applicazione form, per permettere all’utente di potervi contattare a qualsiasi ora.

Inserite anche tutti i riferimenti della vostra azienda: ragione sociale, sede legale e operativa, pec, p.iva, tel e mail.

E’ sempre meglio inserire anche gli orari di apertura e chiusura, per evitare chiamate del tipo “a che ora chiude?”.

I social

Inserite sempre i vostri account social, posizionandoli in alto e anche nel fondo del sito web.

Controllate sempre che i link siano corretti e che non vadano in pagine sbagliate.

Non inserire i video e musica

Nel sito web sono tassativamente vietati musiche si sottofondo. Perché rallentano il caricamento del sito web e video caricati nel sito.

Se volete caricare dei video utilizzate la piattaforma youtube e inserite successivamente iframe o il link.

I componenti

Se utilizzare i CMS avrete a disposizione miglia di componenti aggiuntivi come: maps, social, commenti, racconta dati, gestione dei commenti, ottimizzazione del sito, fotogallery, gallerie video, spam protection, forum, contatore di visite, ecc…

Alcuni componenti sono gratuiti e altri a pagamento. 

Collegamento a maps

Inserite sempre il collegamento a maps o il codice di incorporazione.

Il collegamento può rivelarsi molto utile per chi deve raggiungervi. Cliccando il bottone  del sito web l’utente verra catapultato  nell’app navigatore di google maps.

FVC

E’ utile sempre inserirlo per dare un aspetto di personalizzazione al sito web.

P.I.V.A

Per tutti i siti web commerciali è obbligatorio inserire la p.iva, onde evitare di incorrere in sanzioni.

Footer

Letteralmente “piè di pagina”. Inserite come: contenuti, la storia dell’azienda, la mission, i servizi o prodotti più importanti.

Cookie e privacy

I cookie sono informazioni immesse dal browser quando visiti un sito web o utilizzi un social network con il tuo pc, smartphone o tablet. Ogni cookie contiene diversi dati come, ad esempio, il nome del server da cui proviene, un identificatore numerico, ecc..

Il legislatore ha disposto l’obbligo dell’informativa e la sua successiva accettazione da parte dell’utente.

E’ auspicabile mettere in campo investimenti per rafforzare il sistema digitale della propria impresa. In fai da te, spesso non fa per tre.